Statistiche di uso dei dispositivi mobile

smartphone e simboli di percentuali dell'utilizzo mobileRicerca Mobile

  • La ricerca mobile ha superato quella su altri dispositivi in 10 paesi, inclusi USA e Giappone (Google, 2015)
  • 49% delle ricerche in ambito B2B avvengono dai telefonini sul posto di lavoro (Google, 2015)
  • 65% degli utilizzatori di smartphone ammettono che nei risultati di ricerca guardano l’informazione più rilevante a prescindere dal brand che la fornisca (Google, 2015)
  • 20% delle query sui device legati a Google (Android o App) sono ricerche vocali. (Search Engine Land, 2016)
  • 60% degli utenti smartphone dichiarano di aver iniziato ad usare la ricerca vocale nell’ultimo anno, il 41% negli ultimi 6 mesi. (Search Engine Land, dati del 2015)
  • 43% degli utenti mobile che utilizzano la ricerca vocale dichiarano di farlo perché più veloce che andare su un sito o usare una app. (Statista, 2015)
  • 21% degli utenti mobile che utilizzano la ricerca vocale dichiarano di farlo perché odiano digitare (Statista, 2015)
  • 30% delle ricerche mobile riguardano una location (geolocalizzazione) (Google, 2016)
  • Le ricerche mobile locali portano il 50% degli utenti a visitare i negozi cercati entro un giorno (Google, 2014)
  • 78% delle ricerche mobile locali si concludono con un acquisto offline (Search Engine Land, 2014)
  • 51% degli utenti smartphone hanno scoperto nuove aziende o prodotti attraverso la ricerca mobile (Google, 2015)
  • 48% dei consumatori iniziano una ricerca mobile a partire da un motore di ricerca (Smart Insights, 2016)
  • 26% dei consumatori iniziano una ricerca mobile con una app di un marchio (Smart Insights, 2016)

(altro…)

Marketing promozionale e bisogni dei consumatori, la favola della buonanotte delle imprese

Avete presente uno dei mantra del marketing: “Soddisfare al meglio i bisogni dei clienti” ?… Ho fatto una ricerca su Google inserendo queste parole chiave  e sono saltati fuori più di 2 milioni 300 mila risultati in italiano. Come se l’intero sapere aziendale si fosse adoperato per produrre del materiale al riguardo, a beneficio di consumatori e imprese.

Ma le imprese mettono davvero in pratica questa strategia per fare la differenza? Poco, a giudicare da uno degli strumenti di marketing più utilizzati: le promozioni. (altro…)

2017, La Rivoluzione del Mobile

1. Quante persone usano lo smartphone?

Se ci fosse un calendario del mondo digitale, il 2017 sarebbe l’Anno dello Smartphone. Almeno, i numeri lo farebbero pensare: nel 2016 le varie tipologie di contratti mobile a livello globale hanno raggiunto quota 7,6 miliardi; di questi, 3,9 miliardi sono sottoscrizioni smartphone (Ericsson Mobility Report, giugno 2016).

Nel 2016, il 62% degli italiani – oltre 35 milioni – ne possiede almeno uno e questa percentuale potrebbe salire al 65% nel 2017 (Statista, 2017).

grafico statista.com - percentuale di adulti in possesso di uno smartphone in italia, 2014 - 2019

statista.com

Il numero di apparecchi in circolazione (la domanda) è la conseguenza di un insieme di fenomeni consolidati nel tempo, quattro in particolar modo:

  1. lo sviluppo tecnologico di settore
  2. lo sviluppo delle infrastrutture
  3. l’evoluzione delle applicazioni
  4. il cambiamento nel comportamento dei consumatori

(altro…)

Google AdWords: dal 31 gennaio 2017 solo annunci di testo esteso

Un post sul AdWords GoogleBlog ricorda ai agli utenti che il 31 gennaio 2017 il sistema completerà la transizione alle sole pubblicità di testo esteso. A partire da quella data, gli annunci tradizionali di testo non saranno più disponibili per l’inserimento nelle campagne Ad.

Una delle ragioni alla base del cambiamento è il miglior rendimento visivo sui dispositivi mobili. In altre parole, con il nuovo formato Google riesce a sfruttare meglio la larghezza dei display degli smartphone ed a far visualizzare un maggior numero di annunci senza penalizzare troppo l’esperienza utente sul lato della ricerca organica. Un’altra ragione è l’aumento dei caratteri a disposizione dei copywriter.

Il nuovo formato, al pari dell’attuale che verrà sostituito, si basa sempre sui tradizionali tre elementi: Titolo, URL visualizzato e Descrizione.

Cosa cambia?

Le differenze riguardano il numero di caratteri e la formattazione degli elementi:

infografica rappresentante i campi ed il numero dei caratteri dei nuovi annunci adwords estesi

(altro…)